Diritti Lgbtq a scuola e diritti lavorativi dei giovani italiani, tempi cupi ci attendono?


diritti dei giovani in italia
diritti dei giovani in italia

Con la campagna elettorale che procede a ranghi serrati per queste elezioni politiche 2022, attese per il 25 settembre prossimo, le associazioni lgbtq a scuola e nei licei italiani si stanno preparando per fronteggiare un nuovo governo guidato da Giorgia Meloni e dal centrodestra in generale. Molti studenti gay e molte studentesse lesbiche stanno incominciando a preparsi per anni che si preannunciano essere particolarmente tesi sul fronte dei diritti civili, durante i quali sarà molto difficile per le persone lgbt richiedere il riconoscimento di diritti sociali, che, per esempio, sono dati per scontati all'estero, quali il divieto di discriminazione sul luogo di lavoro e il riconoscimento delle coppie di fatto. Molti licei italiani forse ora sono maggiormente preoccupati per l'emergenza legata al caro libri e al caro scuola in generale e, quindi, non sembrano essere particolarmente preoccupate delle conseguenze che 5 anni di governo di centrodestra potrebbero avere sulla vita dei propri studenti. Non che nei 10 anni scorsi la situazione della scuola italiane e dei licei italiani sia particolarmente migliorata; così come anche per i diritti delle persone lgbt. Però, già con le attuali promesse di campagna elettorale, è possibile capire che la situazione, in futuro, non è certo destinata a migliorare.


diritti dei giovani in italia
diritti dei giovani in italia

Se nei mesi scorsi, poco prima della Estate, molti licei artistici e scientifici italiani avevano, di loro spontanea iniziativa, incominciato ad attuare politiche molto liberali quali il registro di classe gender-free, in futuro ci dobbiamo senz'altro aspettare che misure di questo genere saranno senz'altro osteggiate dal nuovo Governo. E se questo non accadrà proprio ora o nelle prossime ore, è sicuramente molto probabile che in futuro ci sia una netta inversione di tendenza rispetto alla politica libera e permissiva impostata dal Governo Draghi e dai precedenti governi. Già i giovani italiani dovranno fare fronte a una nuova ondata di difficoltà finanziarie completamente legate alla soppressione del Reddito di Cittadinanza. Sembra molto stupido doverlo scrivere, ma è un dato di fatto che la maggior parte dei nuovi poveri siano proprio i giovani, costretti spesso e volentieri a fare i conti con la mancanza di lavoro e con una educazione inadeguata, figlia di tanti anni di trascuratezza delle politiche scolastiche. Eppure, Giorgia Meloni non sembra proprio impressionata dal fatto che i nuovi poveri siano per lo più giovani. Dice semplicemente che se una persona può lavorare ed ha le condizioni psico-fisiche per farlo, allora deve accettare qualsiasi lavoro gli venga proposto, anche se non ha alcuna tutela e anche se lo stipendio è completamente risibile. E' vero che sarebbe un grande successo fare in modo che i giovani non debbano essere costretti a prendere il reddito di cittadinanza, ma è anche vero che è ovvio che questo processo non può avvenire per legge ed in modo istantaneo (come invece sarebbe il caso con l'abolizione del reddito di cittadinanza).


diritti dei giovani in italia
diritti dei giovani in italia

Insomma, il futuro per i giovani italiani sembra ogni giorno più cupo. Ci dobbiamo aspettare che molti giovani dovranno emigrare in altri paesi europei per vedersi riconoscere il proprio stile di vita e un lavoro adeguato e con stipendi decorosi? Sembra proprio di sì purtroppo... E la situazione della scuola italiana e dei licei italiani sembra proprio dovere peggiorare da un momento all'altro. Se il Governo vuole che le famiglie e che i giovani tornino a fare figli, allora dovrebbero essere promosse politiche attive per il lavoro giovanile e dovrebbe essere messa in campo una vera e propria task force per prevenire i fenomeni di sfruttamento che molto spesso conducono a morti sul posto di lavoro. Troppo facile dire che i giovani italiani non fanno più figli perché choosy o perché le giovani studentesse italiane scelgono di essere porno lesbo.

1 visualizzazione0 commenti